8 settembre 2015

Figure professionali

È prevista la certificabilità di tre figure professionali che otterranno il titolo dopo il superamento di uno specifico esame e una frequenza minima del 80%:
HPDC TECHNOLOGIST:

Tecnologo di industrializzazione del processo.

Possiederà una comprovata conoscenza metallurgica e la capacità pratica per gestire i cicli di lavorazione, sfruttando procedure già definite e validate oppure definendole in funzione delle specifiche dei nuovi prodotti da realizzare. Renderà realizzabile il prodotto conformemente alle specifiche richieste, impiegando al meglio le risorse e garantendo gli standard qualitativi.

La figura avrà il compito d’individuare la migliore tecnologia disponibile per la realizzazione del prodotto, di predisporre e di gestire in sequenza “ottimizzata” le fasi ed i cicli di lavorazione e di verificare la conformità del prodotto alle specifiche e produttività richieste.

HPDC PROJECT MANAGER:

Tecnologo d’industrializzazione del prodotto.

Avrà un’approfondita conoscenza metallurgica e la capacità di progettare e validare i processi con riferimento alle specifiche del cliente. Conoscerà le metodologie, gli strumenti e le tecniche di lavoro della pressocolata, assicurando il rispetto dei costi, dei tempi e della qualità concordati e, soprattutto, il raggiungimento della soddisfazione del committente. Potrà essere inserito sia all’interno di un’azienda di pressocolata per curare la progettazione del prodotto, sia nelle aziende utilizzatrici di pressocolati per trasferire efficacemente i bisogni e monitorare le forniture.
HPDC PRODUCTION MANAGER:

Potrà ambire alla responsabilità della produzione di un’azienda di pressocolata.

Oltre a possedere le competenze delle figure precedenti saprà gestire i problemi relativi alla gestione globale del processo produttivo e al funzionamento degli impianti. Saprà sviluppare strategie di sviluppo, definendo le priorità d’intervento, coordinando e gestendo efficacemente le risorse.